Fatturazione elettronica privati

La fatturazione elettronica oggi riguarda obbligatoriamente la pubblica amministrazione e tutte le imprese e ditte individuali che hanno rapporti con soggetti economici pubblici, ma la sua applicazione mira a raggiungere anche i soggetti privati.

Si tratta di innovare il sistema degli adempimenti e certificazioni fiscali, in linea con quanto previsto dall’Ocse (organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).

Per le imprese private, non si tratterà di un obbligo alla fatturazione, i decreti attuativi della riforma fiscale del 21 aprile 2015, puntano ad estendere la fattura elettronica tra privati attraverso una serie di incentivi all’utilizzo del nuovo sistema.

I benefici che ne comporta, possiamo già riscontrarli nella Pubblica Amministrazione,

  • maggiore efficienza dei processi di gestione documentale e dei processi informativi, tra le aree aziendali e tra i rapporti tra le aziende;
  • workflow informativi automatizzati per contrastare l’evasione fiscale.

Il decreto sulla fattura elettronica tra privati, prevede a partire dal 1° gennaio 2017, solo per via opzionale, l’invio elettronico della fattura all’Agenzia dell’Entrate di tutte le fatture emesse e ricevute.

Chi sceglierà di introdurla nei suoi processi aziendali, usufruirà di una serie di vantaggi:

  • verrà abolito lo spesometro, dunque non sarà più obbligatoria la comunicazione delle operazioni soggette allo scontrino fiscale;
  • sarà abolito l’obbligo di comunicazione relativo alle black lists  (art. 50, comma 6, D.L. n. 331/1993)
  • rimborsi IVA più veloci, entro tre mesi dalla presentazione della dichiarazione annuale.
  • i commercianti avranno la possibilità di trasmettere i dati dei corrispettivi all’Agenzia dell’Entrate in maniera telematica, eliminando di fatto l’emissione dello scontrino fiscale.

Si attendono nuove novità e semplificazioni per la fattura elettronica tra privati, per rendere conveniente la sua adozione, nonostante la non obbligatorietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.