Riflessioni e soluzioni da Forum PA 2015

Terminano le 3 giornate del ForumPA ricche di riflessioni e confronto sull’evoluzione degli scenari digitali che investono la Pubblica Amministrazione, in cui si è inserita l’offerta delle soluzioni di gestione documentale con mDM, portate in scena da Mediatica, Men at Work e Alfresco.

Il Forum PA 2015, è stata un’occasione di dialogo su temi cruciali, quali le riforme della PA, con una nuova attenzione alla trasparenza e alla partecipazione nel sistema amministrativo, che ha coinvolto esponenti governativi ed istituzionali, rappresentanti del mondo imprenditoriale, istituzioni pubbliche e private, manager, e suscitato l’interesse dei mezzi di informazione, e dei canali di social network.

Le presenze registrate all’evento, confermano e danno valore all’importanza e alla necessità di creare sinergie tra le istituzioni, con l’intento di perseguire obiettivi comuni di crescita che mettano al centro le necessità di innovazione, in un’ottica di “digitalizzazione e cambiamento della Pubblica Amministrazione” per colmare il gap digitale del Paese.

Questo appuntamento non è stato solo la più importante mostra convegno del settore pubblico, ma soprattutto – come sostiene Carlo Mochi Sismondi, Presidente del ForumPA – “Questa manifestazione ormai collaudata parla di quanto di meglio si fa per innovare la Pubblica Amministrazione, non fine a se stessa, ma migliorando la qualità della vita dei cittadini e dando servizi migliori ai cittadini e alle imprese. In particolare, quest’anno, il senso del Forum si può riassumere in una parola: Execution. Questo perché bisogna effettivamente arrivare a fare le riforme, ad attuarle”.

La nostra partecipazione all’evento, è stata dettata dall’obiettivo comune di innovare la Pubblica Amministrazione, e non solo, che #sipuòfarese c’è sinergia tra gli attori dell’organizzazione pubblica, vinciamo la sfida della fatturazione elettronica e adottiamo piani di digitalizzazione volti all’efficacia e all’efficienza dei processi, che #sipuòfarecon la gestione documentale digitale e gli altri piani di crescita indicati dell’Agenda digitale italiana, nelle sue molteplici declinazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.