Fattura elettronica B2B: non farti trovare impreparato

fatturazione_elettronica_business_to_business_mdm

SIAMO PRONTI PER LA FATTURAZIONE B2B CON MAW DOCUMENT MANAGEMENT:

Soluzione Software, sviluppata per la gestione del flusso documentale del Professionista, dell’Azienda o PA. Scopri tutti i moduli

MDM è Intermediario autorizzato per l’invio e la ricezione di fatture elettroniche tramite il SDI

La fatturazione elettronica mDM per il B2B

Il servizio di fatturazione elettronica mDM si arricchisce di nuove funzionalità per gestire la fattura elettronica B2B, ed aiutare le aziende ad adeguarsi alle nuove norme che renderanno la fatturazione elettronica obbligatoria per tutte le aziende private sin dal 2019, fatta eccezione per alcune categorie di imprese private che dovranno adeguarsi già a partire dal 1 luglio 2018

La nuova legge di bilancio, stabilisce che a partire dal 1 gennaio 2019, l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche, per tutte le aziende private, non sarà opzionale come finora previsto, ma vigerà l’obbligo di utilizzare il sistema di Interscambio (SID) gestito dall’Agenzia delle Entrate, per scambiare fatture elettroniche tra privati.

Saranno esonerati dal futuro obbligo di emettere fattura elettronica solo i soggetti che applicano il regime forfettario e quelli che applicano il regime dei minimi.

Per tutte le altre Partite IVA che non rispetteranno l’obbligo, ed emetteranno la fattura in modalità differente da quella elettronica, questa sarà considerata non emessa e l’azienda andrà incontro a sanzioni comprese fra il 90% e il 180% dell’Iva non regolarmente documentata e registrata, e una sanzione da 250 a 2000€ se la violazione non ha inciso sul regolare versamento del tributo.

Richiedi maggiori informazioni

La fatturazione elettronica B2B ha le stesse caratteristiche di quella in vigore per la Pubblica Amministrazione:

NORMATIVA

Vediamo nel dettaglio le date sulla fatturazione elettronica B2B:

  • dal 1° gennaio 2013: la Direttiva IVA 2010/45/UE sancisce la parità di trattamento per le fatture elettroniche e cartacee.
  • dal 1° luglio 2016:l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti, un servizio gratuito “EDI” (Electronic Data Interchange) per la generazione e la trasmissione delle fatture elettroniche che consente lo scambio di documenti standard tra sistemi informatici di soggetti coinvolti in una relazione commerciale. Ordini, bolle di consegna, fatture, inventari, , possono essere scambiati in forma elettronica e tra diversi interlocutori, grazie all’uso di uno standard comune;
  • dal 1° gennaio 2017:( art.1, comma 2, lgs. n.127/15 ) il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MeF) ha messo a disposizione dei contribuenti, il Sistema di Interscambio (SDI), lo strumento di veicolazione delle fatture tra imprese private. Tale strumento garantisce l’esito dell’invio e della ricezione del documento e restitutisce in tempo reale lo stato delle operazioni rilevanti ai fini IVA;
  • dal 1 Luglio 2018:obbligatorietà della fattura elettronica per gli scambi commerciali delle imprese operanti nei settori cessione di benzina e gasolio e per i subappalti nell’ambito di appalti pubblici;
  • dal 1 gennaio 2019: la fatturazione elettronica diventerà obbligatoria per le imprese private.

VANTAGGI

SEMPLIFICAZIONI

Grazie alla fatturazione elettronica, è previsto:

  • Invio automatico dei dati delle fatture emesse e ricevute
  • Riduzione degli adempimenti per i contribuenti e assistenza online
  • Accesso semplificato alle fatture attive e passive
  • Eliminazione dei ritardi e degli errori derivanti dall’invio di fatture cartacee
  • Nuove modalità di semplificazione dei controlli fiscali, per chi adotta sistemi di tracciabilità dei pagamenti;
  • Unificazione delle comunicazioni commerciali e fiscali

INCENTIVI

Gli incentivi previsti nella fatturazione B2B

  • riduzione da 4 a 3 anni il termine di accertamento delle imposte
  • riduzione ad un anno il termine di decadenza degli accertamenti fiscali a condizione che i pagamenti siano tracciabili
  • riduzione degli adempimenti per i contribuenti
  • minore spazio dedicato agli archivi cartacei
  • riduzione del costo di gestione delle informazioni da scambiare

COMUNICAZIONI

Non sarà più necessario comunicare:

  • i dati relativi alle fatture emesse e ricevute, cosiddetto spesometro trimestrale;
  • le transazioni commerciali con operatori esteri, e operazioni blacklist
  • ricevute e scontrini fiscali
  • contratti stipulati con società di leasing
  • Gli acquisti effettuati da operatori di San Marino;
  • modelli intrastat per prestazioni di servizi o acquisti intracomunitari

Il sistema di gestione documentale mDM si integra perfettamente con i sistemi già in uso in azienda, grazie alle soluzioni di System Integration, che permettono a più sistemi di comunicare, allo scopo di creare una nuova struttura funzionale.

Risparmio

Su costi di carta, stampa e spese postali 70%

PRODUTTIVITA'

Più Tempo guadagnato, 0 documenti perduti 70%

SICUREZZA DEI DOCUMENTI

VALIDITA’ LEGALE GARANTITA

ACCESSO PRIVATO AGLI ARCHIVI

VELOCITA’ DI PROCESSO