Mancano solo pochi giorni al 31 marzo 2015, e non saranno giustificati i ritardi, per tutte quelle amministrazioni che dovranno adeguarsi alle nuove disposizioni in tema di fatturazione elettronica, ed effettuare il processo di registrazione IPA (Indice della Pubblica Amministrazione) che fornisce i codici univoci d’ufficio.

Diventa indispensabile, per chi non l’avesse già fatta, la registrazione IPA, istituito dall’art. 57-bis del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 – CAD, che costituisce l’archivio ufficiale contenente i riferimenti organizzativi, telematici e toponomastici delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi, e la mancanza della registrazione sarà considerata “causa di responsabilità dirigenziale” (allegato D Decreto MEF 55/2013).

Ciò significa che con il processo di registrazione a ciascun ufficio che abbia potere di spesa in una Pubblica Amministrazione viene assegnato un codice univoco tramite il quale il SDI (Sistema di Interscambio) potrà inoltrare la fattura elettronica all’ufficio dell’amministrazione destinataria, inserendo il codice d’ufficio, che sarà comunicato al fornitore prima della prestazione.

Sul sito dell’Agid, è stato pubblicato l’elenco con tutte le amministrazioni che non hanno ancora effettuato la registrazione IPA, al fine di sollecitare le amministrazioni a rispettare il termine.

Nel Comunicato stampa inviato il 17 marzo, si leggono le parole di Alessandra Poggiani, Direttore Generale dell’Agenzia per l’Italia Digitale, che spiega, “Pubblichiamo la lista dei soggetti ancora non registrati su IPA convinti che dopo i tanti momenti di formazione, informazione e comunicazione che ci sono stati in queste settimane, sia necessario sollecitare tutte le amministrazioni a rispettare il termine. Sono rimasti poco più di dieci giorni per l’adeguamento, è necessario avviare tempestivamente le procedure di iscrizione all’IPA contattando, se necessario, il numero verde dell’assistenza AgID che si trova sull’home page del nostro sito. L’Agenzia per l’Italia Digitale rimane a disposizione di tutte le amministrazioni che entro il 31 marzo dovranno passare al sistema di fatturazione elettronica”.

in alleagato: Lista delle amministrazioni non ancora iscritte IPA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *