C’è l’obbligo di emettere fattura elettronica per i medici del SSN?

I medici che operano nel regime di convenzione con il servizio sanitario nazionale non hanno l’obbligo di emettere fattura elettronica ma ricevono ogni mese un cedolino da parte della struttura in cui prestano i propri servizi che riepiloga tutte le voci che entrano a far parte della propria remunerazione mensile.

E’ stato chiarito dall’agenzia delle entrate con la risoluzione n.98/E del 25 novembre 2015. Dunque nonostante tutti i cambiamenti in materia di fatturazione elettronica degli ultimi anni, questi non hanno effetto sulle categorie in questione. I medici operanti in regime di convenzione con il SSN non hanno l’obbligo di emettere fattura elettronica nei rapporti con le Aziende sanitarie locali.

In base all’art.2 DM 31 ottobre 1974 i rapporti tra gli esercenti la professione sanitaria e gli enti mutualistici per prestazioni medico sanitarie generiche e specialistiche, il foglio di liquidazione dei corrispettivi compilato da detti enti tiene luogo della fattura di cui all’art.21 del decreto del presidente della repubblica 26 ottobre 1972 n.633. Tale documento deve contenere gli elementi ed i dati indicati nel secondo comma dell’articolo 21 ed essere emesso in triplice copia; il primo deve essere consegnato o spedito al professionista insieme ai corrispettivi liquidati, il secondo consegnato o spedito all’ufficio provinciale della imposta sul valore aggiunto competente ai sensi dell’art.40 del citato decreto del presidente della Repubblica, il terzo conservato presso l’ente.

La fattura continuerà ad essere sostituita dal foglio di liquidazione dei corrispettivi compilato dagli stessi enti  e non vi sarà nessun obbligo di emettere fattura elettronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *