PMI, incentivi per l’investimento in digitale

 Sta per finire l’attesa per gli incentivi previsti nel Destinazione Italia di dicembre 2013 per le Pmi che investono in servizi o infrastrutture digitali.

“Digitalizzazione dei processi aziendali e ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese” è lo scopo del decreto interministeriale, firmato dai titolari di Economia e Sviluppo Economico Pier Carlo Padoan e Federica Guidi, che spinge le Pmi verso gli investimenti in tecnologia.

 Destinazione Italia  stabilisce voucher per un tetto di 100 milioni di euro a livello nazionale, destinati a Pmi che acquistano “software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale, lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga, compresi quelli satellitari; i voucher potranno altresì finanziare la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole medie imprese”.

Gli incentivi, di 10mila euro massimi per ciascuna impresa, saranno concessi alla categoria delle micro, piccole e medie imprese che, in sede di presentazione della domanda, “abbiano dichiarato che l’importo del voucher richiesto non è tale da determinare il superamento del massimale de minimis di loro spettanza” . Saranno garantiti nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili, tutte riconducibili alle attività di miglioramento organizzativo e di digitalizzazione.

Le richieste per ottenere il voucher dovranno essere inviate al Mise esclusivamente per via telematica. La procedura, i modelli, e l’intervallo di tempo disponibile saranno al più presto resi noti dal ministero, mentre un decreto dirigenziale indicherà la ripartizione delle risorse per regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *