Soluzioni per orientarsi sul mercato della fattura elettronica

Dal 31 Marzo 2015 tutti gli enti amministrativi e di conseguenza i loro fornitori, saranno obbligati ad emettere e ricevere esclusivamente fatture in formato elettronico xml (FatturaPA).

La FatturaPa è una fattura elettronica a tutti gli effetti e, come previsto ai sensi dell’articolo 21, comma 1, del Dpr 633/72 (modificato in seguito al recepimento della direttiva europea 2010/45/UE), deve essere emessa e ricevuta in modalità elettronica.

Molte sono le offerte del mercato che promettono l’adempimento normativo, attraverso servizi di fatturazione elettronica.

Al fine di orientarsi tra le tante offerte di document management in genere e di fattura elettronica in particolare, Anorc ha avviato negli scorsi mesi una breve indagine indirizzata ad aziende software e soluzioni IT.

Il risultato dell’indagine è servito a delineare uno scenario completo dell’offerta di soluzioni per aziende, pa e professionisti, presenti sul mercato, in materia di fatturazione elettronica verso la pubblica amministrazione.

I risultati del sondaggio:

  • Il 95% delle aziende ha come target di riferimento le PMI e utilizza piattaforme web per l’offerta delle soluzioni.
  • Le soluzioni di fattura elettronica tra le aziende intervistate, va di pari passo a servizi di conservazione a norma.
  • Le soluzioni sono proposte perlopiù in abbonamento annuale o triennale, attraverso sistemi modulari.

target fattura elettronicarequisiti fattura elettronica

Tra le 25 aziende inserite nell’indagine abbiamo mDM, di cui vengono annoverati tutti i servizi offerti. Una soluzione di Enterprise Content Management, per la gestione del flusso documentale dell’organizzazione o azienda, basato su Alfresco, il più famoso ECM open-source del mercato, da cui eredita tutti i punti di forza, tra i quali l’abbattimento dei costi, le funzionalità di collaboration, il supporto ai workflow e un generale aumento della produttività. Tra le altre funzioni: gestione registro di protocollo (a norma AgID) gestione titolario, gestione documentale avanzata (acquisizione massiva, da scanner, da PEC, da QRCode, …); fatturazione elettronica con invio su SDI e PEC; conservazione sostitutiva (in house e integrazione provider) firma digitale (con Token USB); servizi postali H2H (raccomandate, lettere e telegrammi); integrazione con caselle email e PEC; gestione organizzazione aziendale (organigramma, unità organizzative, profilazione permessi).

L’indagine completa è disponibile sul sito anorc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *